elefanti indiani

India: la storia delle donne che hanno cucito maglioni giganti per gli elefanti

Anche gli elefanti soffrono il freddo, specialmente gli elefanti ospiti di rifugi per animali maltrattati come Elephant Conservation and Care Centre. Il centro è stato fondato nel 2010 da Wildlife SOS a Mathura, in India, e ospita circa 20 elefanti vittime di maltrattamenti e abusi.

Qui i lavoratori del centro si occupano del reinserimento in natura degli elefanti: gli animali sono curati e hanno a disposizione cibo e spazio aperto in cui camminare liberamente, oltre a diverse piscine in cui possono giocare e fare il bagno. Tuttavia, l’inverno in India può essere davvero freddo, esponendo gli elefanti a diversi rischi per la loro salute. È ciò che è accaduto nell’inverno del 2017, quando gli operatori del centro hanno annunciato che le temperature sarebbero scese, durante la notte, a zero gradi.

Il freddo rappresenta una minaccia alla salute degli elefanti, già precaria per via delle violenze subite durante la cattività. I maltrattamenti, infatti, sembrano rendere questi animali più vulnerabili a malattie estremamente debilitanti, quali polmonite o artrite, che con il freddo diventano ancora più probabili.

Il legame della comunità di Mathura con gli elefanti salvati dal centro è diventato molto forte. Per questo le donne di un villaggio vicino al rifugio di Wildlife SOS hanno deciso di aiutarli in questo momento difficile.

Come? Con il lavoro a maglia!

Le donne del villaggio hanno infatti deciso di unirsi per realizzare a maglia dei maglioni giganti che potessero proteggere gli elefanti dal freddo. Un compito non facile, considerando che gli elefanti sono tra i mammiferi più grandi della Terra. Infatti, realizzare un singolo maglione ha richiesto a queste donne ben quattro settimane di lavoro a maglia.

Le abitanti del villaggio non si sono solo preoccupate di cucire dei maglioni caldi, ma hanno anche considerato l’aspetto estetico. Non solo i maglioni sono stati efficaci per proteggere gli animali dal freddo, ma hanno anche dato vita a uno spettacolo di colori sul dorso degli elefanti ospiti del rifugio.

Nessun commento

L'inserimento dei commenti è al momento disabilitato.

[contact-form-7 id="4641" title="Contact Form Newsletter" html_id="wpcf-om-popup-newsletter"]
<div role="form" class="wpcf7" id="wpcf7-f4641-o2" lang="en-US" dir="ltr"> <div class="screen-reader-response"><p role="status" aria-live="polite" aria-atomic="true"></p> <ul></ul></div> <form action="/maglioni-per-elefanti/#wpcf7-f4641-o2" method="post" class="wpcf7-form init wpcf7-acceptance-as-validation" novalidate="novalidate" data-status="init" id="wpcf-om-popup-newsletter"> <div style="display: none;"> <input type="hidden" name="_wpcf7" value="4641" /> <input type="hidden" name="_wpcf7_version" value="5.3.2" /> <input type="hidden" name="_wpcf7_locale" value="en_US" /> <input type="hidden" name="_wpcf7_unit_tag" value="wpcf7-f4641-o2" /> <input type="hidden" name="_wpcf7_container_post" value="0" /> <input type="hidden" name="_wpcf7_posted_data_hash" value="" /> </div> <div class="newsletter-subscription-form"><span class="wpcf7-form-control-wrap your-email"><input type="email" name="your-email" value="" size="40" class="wpcf7-form-control wpcf7-text wpcf7-email wpcf7-validates-as-required wpcf7-validates-as-email" id="your-email" aria-required="true" aria-invalid="false" placeholder="E-mail" /></span><input type="submit" value="&#xf105;" class="wpcf7-form-control wpcf7-submit" /></div> <p><label style="font-size: 14px;" class="newsletter-privacy"><span class="wpcf7-form-control-wrap accept-privacy"><span class="wpcf7-form-control wpcf7-acceptance"><span class="wpcf7-list-item"><label><input type="checkbox" name="accept-privacy" value="1" aria-invalid="false" /><span class="wpcf7-list-item-label">Ho letto e accetto l'<a href="/privacy-policy">informativa sulla privacy</a>.</span></label></span></span></span></label></p> <div class="wpcf7-response-output" aria-hidden="true"></div></form></div>
['om' + campaignSlug]
['om' + campaignSlug]