Cos’è la canapa

La canapa è una pianta con una lunghissima storia: le prime tracce della sua coltivazione risalgono infatti al Neolitico, in cui veniva già utilizzata per realizzare tessuti.

Ma prima di passare a tutti gli utilizzi di questa meravigliosa pianta, facciamo una breve spiegazione scientifica di cosa è la canapa.

La canapa è una specie di piante con molte varietà diverse, ognuna delle quali è caratterizzata da un diverso contenuto di THC e CBD, ovvero i due cannabinoidi principali della pianta.

La differenza fondamentale tra queste due sostanze sta nel modo in cui agiscono sul cervello.

Il THC è la sostanza che provoca effetti psicoattivi sul cervello. In piccole dosi genera una sensazione di rilassamento, ma se preso in quantità eccessive provoca ansia e comportamento psicotico (sì, lo sappiamo che a molti piace, ma meglio andarci cauti).

Inoltre, il THC (tetracannabidiolo) stimola i neuroni del cervello incaricati di produrre dopamina, il neurotrasmettitore che ci fa provare piacere e dal quale dipende l’instaurarsi delle dipendenze da qualsiasi sostanza. Stimolando i neuroni dopaminergici, dunque, il THC innesca il processo di sviluppo della dipendenza.

Il CBD (cannabidiolo), invece, ha effetti sostanzialmente opposti al THC. Infatti, l’assunzione di CBD ha effetti ansiolitici e anti-psicotici. Inoltre, agendo in maniera contraria al THC, il CBD contrasta il possibile sviluppo di dipendenza dalla sostanza.

I differenti effetti che THC e CBD hanno sul cervello fanno sì che oggi la canapa sia usata anche a scopo terapeutico.

Sia le piante con maggiore concentrazione di CBD che quelle con concentrazione di THC più elevate presentano diversi impieghi. L’effetto rilassante del CBD può essere impiegato per numerosi patologie, tra cui il controllo dei sintomi del Parkinson, l’epilessia, gli stati d’ansia e il dolore cronico.

Anche il THC può agire come un potente antidolorifico. Tuttavia, a causa dei suoi effetti psicoattivi, la sua somministrazione in Italia è limitata solo ad alcune patologie caratterizzate da dolore cronico e invalidante.

Oltre all’utilizzo a scopo medico, la canapa può avere molti altri impieghi ed essere trasformata in diversi prodotti. Ecco quali sono gli usi principali della canapa.

La canapa in tavola

Tra i numerosi utilizzi della canapa c’è anche quello alimentare.

Dalla canapa si può ricavare sia farina che olio, che sono dotati di interessanti proprietà nutritive.

No, stai tranquillo, questi prodotti non generano strani effetti psicoattivi. Infatti, secondo le norme che regolamentano la coltivazione della canapa, nei semi impiegati in queste colture il valore del THC, se presente, deve essere inferiore allo 0,2%.

La farina che si ricava dalla canapa è gluten-free, dunque ben tollerata dalle persone celiache. Inoltre, è una fonte di:

  • Fibre;
  • Proteine vegetali facilmente assimilabili;
  • Vitamina B1, B2 e vitamina E;
  • Acidi grassi essenziali (Omega 3 e Omega 6);
  • Contiene tutti gli aminoacidi essenziali.

Insomma, l’avresti mai detto che la canapa fa così bene al tuo organismo?

Anche l’olio di canapa presenta numerose proprietà benefiche, come il fatto di contenere gli acidi grassi Omega 3, Omega 6 e Omega 9, che hanno un effetto protettore nei confronti di patologie cardio-vascolari e potenziano il sistema immunitario.

La canapa nei cosmetici

Lo sapevi che la canapa è perfetta anche per la tua skin-care quotidiana?

Con la canapa, infatti, si possono produrre fantastici cosmetici. La proprietà principale che rende la canapa molto utile per la cura della pelle è la concentrazione di acidi grassi al suo interno.

Gli acidi grassi più importanti per la cura della pelle, presenti nella pianta di canapa sono i già citati Omega 3 e 6 e l’acido linoleico. I principali effetti di questi acidi sono:

  • Effetto idratante;
  • Azione antinfiammatoria;
  • Funzione antiossidante.

La canapa, dunque, contrasta la secchezza della pelle, rendendola più elastica; inoltre, riduce le irritazioni della pelle e la produzione eccessiva di sebo (che può portare allo sviluppo dell’acne). I cosmetici realizzati con la canapa sono particolarmente indicati per chi ha una pelle molto sensibile e soggetta ad irritazioni, che possono essere trattate grazie alla sua azione antinfiammatoria.

Tra i più popolari cosmetici che vengono realizzati con la canapa troviamo:

  • Maschere idratanti e maschere notte;
  • Detergenti per il viso;
  • Contorno occhi;
  • Creme per il corpo.

L’uso ricreativo della canapa

Almeno una volta nella vita avrai cercato su Google dove è legale fumare erba a scopo ricreativo, ci scommettiamo.

Lo sappiamo: uno dei luoghi simbolo dell’utilizzo ricreativo della canapa è l’Olanda. Qui, la vendita e l’uso a scopo ricreativo della cannabis, pur non essendo legale, è consentito all’interno dei famosi coffee shop della città.

Nonostante la grande fama dell’Olanda per gli amanti della cannabis, in realtà il primo paese europeo a rendere legale l’uso della cannabis per scopi ricreativi è stato il Lussemburgo. Da ottobre 2021, infatti, è stato reso legale il commercio di semi di canapa senza alcun limite in termini THC. Inoltre, per chi è maggiorenne è possibile coltivarne fino a quattro piante.

Al Lussemburgo è seguita Malta: da dicembre 2021 anche qui è divento legale l’utilizzo ricreativo della cannabis per le persone maggiorenni.

In Spagna, invece, la coltivazione e il consumo di cannabis sono legali purché avvengano in luoghi privati, mentre è considerato illegale il trasporto o l’utilizzo in luoghi pubblici.

In Australia il possesso di cannabis è documento da uno specifico atto legislativo, il Cannabis Act, entrato in vigore a gennaio 2020. Questo provvedimento rende possibile per i cittadini maggiorenni di Canberra il possesso di una quantità di cannabis pari fino a 50 grammi e la coltivazione di massimo 2 piante a testa (o di un totale di 4 piante all’interno di una famiglia).

E in Italia si può fumare un po’ d’erba in serenità?

Nel nostro Paese, dal 2017 è consentita la coltivazione della cosiddetta “cannabis light” (cioè quella in cui il quantitativo di THC è minore di 0,5%). Il consumo personale di cannabis oggi non è più un reato penale, ma viene comunque considerato un reato amministrativo.

Altri utilizzi

È possibile utilizzare la canapa anche per altri utilizzi, tra cui:

  • Fabbricazione dei tessuti;
  • Produzione di carta;
  • Bioedilizia.

Tessuti

Vestirsi di canapa? Eh già, si può fare! La produzione di tessuti a partire dalla canapa ha origini antichissime ed è stata tra i primi utilizzi di questa pianta.

Il tessuto di canapa è chiaramente un tessuto 100% naturale, che si ricava dalle fibre della pianta.

Tra le principali caratteristiche di questo tessuto troviamo un’elevata capacità traspirante, che lo rende ottimale per confezionare capi estivi. È un tessuto molto assorbente, proprietà che ha permesso di utilizzare la canapa anche per la produzione di assorbenti igienici.

Inoltre, il tessuto prodotto con la canapa è economico, resistente e assai durevole, caratteristiche che stanno diventando sempre più importanti per tutti quei consumatori che vogliono attuare delle scelte più responsabili nelle proprie abitudini di acquisto.

Infatti, il tessuto in canapa viene frequentemente impiegato nelle collezioni di molti brand di moda sostenibile.

Carta

Dalle fibre della canapa è possibile ricavare anche una carta molto resistente. Anche questa procedura è antichissima e secondo alcuni studi potrebbe risalire addirittura al I secolo.

Oltre a produrre una carta resistente e meno soggetta a ingiallimento, fabbricare carta a partire dalla canapa presenta anche un vantaggio dal punto di vista ecologico. Infatti, in questo caso, per produrre carta non è necessario abbattere grandi quantitativi di alberi.

La canapa è una pianta che cresce velocemente e che contiene moltissime fibre, dalle quali è possibili ricavare una abbondante quantità di carta senza ricorrere agli stessi processi di lavorazione chimica utilizzati sugli alberi.

Bioedilizia

La canapa è oggi anche un materiale fondamentale per la bioedilizia.

La bioedilizia consiste in una modalità di progettazione e realizzazione di edifici e strutture volta a preservare la salute dell’ambiente e ad avere un impatto positivo su di essa.

Dalla canapa è possibile infatti ricavare mattoni, intonaci, isolanti per gli edifici e molto altro. Tra le sue proprietà più importanti per la bioedilizia c’è sicuramente l’elevata resistenza, ma anche il fatto di essere un materiale carbon-negative.

“Carbon-negative” è un aggettivo che si usa per indicare oggetti o processi che hanno l’effetto di eliminare più CO2 di quanta ne producano. I biomattoni in canapa, ad esempio, sono in grado di catturare una quantità di CO2 maggiore di quella che viene emessa durante il loro processo di produzione.

Le migliori aziende da cui acquistare prodotti in canapa

Cosmetici

Come abbiamo visto, uno dei principali prodotti che si possono realizzare con la canapa sono i cosmetici.

Per acquistare ottimi cosmetici a base di canapa, è possibile fare riferimento ad alcuni brand italiani e internazionali.

Tra i brand internazionali più famosi c’è sicuramente Lush. Sul suo sito web, infatti, è possibile trovare diversi prodotti a base di canapa, come oli biologici, oli da massaggio, profumi e anche una delle sue iconiche bath bombs.

Lush è un brand totalmente vegano, che si impegna da sempre a contrastare i test sugli animali e l’utilizzo di prodotti animali nei cosmetici.

Un altro famoso brand fornito di prodotti cosmetici a base di canapa è The Body Shop. The Body Shop è una B Corporation ed è tra i brand più impegnati nell’attivismo ambientale e sociale al mondo, con diversi programmi dedicati alla protezione del pianeta e al commercio equo.

Nella linea di prodotti di The Body Shop puoi trovare oli, bagnoschiuma, balsamo labbra, creme per le mani, per il viso e per il corpo tutti a base di canapa. Le sue proprietà lenitive e antinfiammatorie la rendono un ingrediente perfetto per questo genere di prodotti.

Se cerchi invece prodotti per capelli, La Saponaria è il brand tutto italiano che ha ciò che fa per te. Nel suo shop sono presenti prodotti a base di canapa quali shampoo, balsamo, lozioni anti-caduta, scrub per il cuoio capelluto e cristalli vegetali che evitano l’effetto crespo dei capelli.

Per una cosmesi a base di canapa biologica, il brand a cui fare riferimento è Verdesativa, che realizza tutti i suoi prodotti senza ingredienti di origine animale e senza sostante potenzialmente irritanti per la pelle.

Le linee di Verdesativa comprendono cosmetici per viso, capelli e corpo, oltre a prodotti dedicati alla salute, allo sport e una selezione di prodotti adatti anche ai bambini.

Abbigliamento

Abbiamo parlato di tutte le proprietà che rendono la canapa un ottimo materiale tessile. Quali sono le aziende da cui poter acquistare abbigliamento creato a partire dalla canapa?

Il brand attivista per eccellenza, Patagonia, ha un’intera collezione dedicata ad abiti realizzati con un mix di canapa, poliestere riciclato, cotone organico e fibre TENCEL™ lyocell.

Un altro brand di abbigliamento sostenibile impegnato nella lotta per la protezione del pianeta è Hempy’s, che realizza la maggior parte dei suoi capi proprio a partire dalla canapa (come indica anche il brand name stesso). Sul sito dei Hempy’s è disponibile una vasta gamma di prodotti, che include non solo di abbigliamento ma anche cosmetici.

Recreator è un brand di street-wear che produce abbigliamento a partire da canapa coltivata secondo solidi principi di ecosostenibilità. I vestiti prodotti sono resistenti e traspiranti, proprio grazie alle proprietà della pianta di canapa.

Canapa alimentare

Uno dei migliori brand che si occupano di vendita di prodotti di canapa alimentare in Italia è Probios, leader nella distribuzione di alimenti biologici e vegetariani.

Sullo shop di Probios si possono trovare diversi alimenti a base di canapa, tra cui olio, barrette energetiche, caffè, cereali, creme e pesti.

Altri prodotti

La canapa si presta a moltissimi e usi e sono diversi gli shop che offrono una vasta selezione di prodotti derivati da questa pianta.

Uno dei brand più forniti è Enecta, brand italiano che offre ai suoi clienti prodotti che spaziano dai cosmetici fino agli oli rilassanti, anche con specifiche formule per aiutare il sonno. La cura per le materie prime è massima e l’azienda segue il processo dal seme fino al prodotto finale.

Un altro shop ricco di prodotti diversificati è Crystalweed, dove potrai trovare una vasta selezione di prodotti, non solo infiorescenze ma anche creme per il corpo, per il viso e per le mani e addirittura una selezione di tisane.

Anche su CannaBe si possono trovare estratti di CBD, infiorescenze, oli e aromi. Sul sito sono inoltre disponibili prodotti realizzati con canapa alimentare. Sapevi che con la canapa si può fare anche la birra e la cioccolata? Un’ottima occasione per assaggiare qualcosa di diverso.

Infine, per acquistare infiorescenze di canapa light biologica al 100% l’azienda a cui rivolgersi è BioCBD, brand italiano che offre prodotti coltivati in una filiera autoctona e selezionati con attenzione per offrire ai clienti cannabis di alta qualità.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Seguici su

Contattaci

Veracura Trust Onlus

CF/PI: 15759161001 - Salita Monte del Gallo 21, Roma, 00165

    Newsletter

    Rimani informato sulle novità di Veracura!​