Bruxelles: l’unconventional advertising per la mobilità sostenibile

Il meteo non sarà clemente con la città di Bruxelles quest’anno: sono previste piogge molto frequenti!

Bruxelles è una delle città europee in cui si utilizza maggiormente la bicicletta, dunque il timore di Brussels Mobility, servizio che gestisce la mobilità in città, era che il brutto tempo potesse portare ad un maggiore uso dell’automobile per spostamenti quotidiani.

Brussels Mobility si è allora rivolta all’agenzia creativa Mortierbrigade per realizzare una campagna di comunicazione fuori dal comune.

La campagna, diventata una vera e propria case study dal nome “The Poncho Poster” ha utilizzato la tecnica dell’unconventional advertising per aiutare i ciclisti a non abbandonare la loro buona abitudine di utilizzare la bici.

I vecchi pannelli pubblicitari della città sono stati infatti trasformati in distributori di colorati impermeabili!

Il poncho impermeabile è stato progettato da due designer di Bruxelles, Camille Taillefer e Marie-Céline Debande, ed è stato realizzato in modo da risultare comodo per chi lo indossa e adatto ad essere inserito nel pannello distributore.

La campagna è stata lanciata sui social la sera prima di un (ennesimo) giorno pioggia.

Ma questa non è l’unica campagna originale che Mortierbrigade ha realizzato per Brussel Mobility.

L’agenzia ha infatti firmato anche una serie di poster inerenti a una campagna sociale per la sicurezza stradale dei ciclisti.

L’idea per i poster è nata dall’osservazione di quante persone siano soliti ascoltare la musica mentre usano la bicicletta.

È un’abitudine comune: lo facciamo quando siamo in macchina, quando camminiamo per strada, quando ci alleniamo. Ma se siamo in strada, avere le cuffiette nelle orecchie può rappresentare un pericolo. Può infatti impedirci di sentire clacson e i suoni dei veicoli sulla strada.

L’obiettivo della campagna “Safety Earworms” era dunque quello di ricordare ai ciclisti l’importanza che i suoi ambientali hanno per la sicurezza stradale.

I poster evocano nella mente i tormentoni più ascoltati di sempre, con poche e semplici parole che ci fanno entrare subito in testa la canzone.

Il testo è seguito dallo slogan: “Ecco qui! Avere una canzone in testa è avere il piacere di godersi la musica, senza cuffie”.

I poster hanno ripreso le frasi più iconiche dei pezzi più amati nel mondo, come “Ops! I did it again”, “Who let the dogs out” e altri ancora, sfruttando la loro capacità di rimanere impressi nella mente delle persone e invitando i ciclisti a viaggiare sicuri canticchiando questi motivetti nella propria testa.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Seguici su

Contattaci

Veracura Trust Onlus

CF/PI: 15759161001 - Salita Monte del Gallo 21, Roma, 00165

    Newsletter

    Rimani informato sulle novità di Veracura!​